menu

Hidizs AP200: i DAP Android si fanno accessibili – Recensione

Il mercato dei DAP ormai ha preso una direzione ben precisa: l’utilizzo di Android come base software in modo da poter sfruttare le varie app, tra cui gli ormai popolarissimi servizi di streaming come Spotify e Tidal

Di Hidizs avevo già parlato con la recensione del piccolo dap AP60, un lettore estremamente compatto, ma dalle buone qualità. Il protagonista di questa recensione invece sarà il fratello maggiore, l’AP200 che guadagna il supporto di Android e di conseguenza di tutte le app del Play Store che troveremo già installato.

Il setup di prova è costituito da:

Cuffie: Denon Ah-D2000, Audeze LCD-X, Hifiman He400S, Hifiman Edition X, Heir Audio IEM 8, Noble Audio Savant

L’Hidizs è acquistabile a 349 $ in versione 32 GB e a 449$ in versione 64 GB

 

Costruzione ed ergonomia

L’AP200 segue l’idea di desing del piccolo AP60 riprendendone le linee generali, ma utilizzando l’intera parte frontale per il display da 3,5” IPS touchscreen indispensabile data l’adozione di Android. Nonostante l’interfaccia touch restano i tasti fisici principali sul lato per il controllo volume e la riproduzione pausa. Il sistema essendo basato su Android permette di sfruttare anche i comandi delle cuffie. Lo schermo è di qualità media e sufficiente, anche se la luminosità un po’ bassa rende difficile usarlo se esposto direttamente al sole.

Nella parte inferiore troviamo l’unica uscita sbilanciata da 3,5 mm, quindi niente modalità bilanciata, il connettore USB C che permette anche di collegare dac esterni e lo slot per la micro SD.

Il corpo principale è interamente in metallo, alluminio o acciaio a seconda della versione, con la parte posteriore in vetro o altri materiali esotici in base sempre alla versione.

Passando all’interno, il lettore è basato su un doppio chip dac ES9118C con supporto a tutti i formati musicali, DSD compreso, mentre l’uscita è gestita da una coppia di Op amp che garantiscono una potenza di 130  mW su un carico di 32 ohm. Il processore RK3184 coadiuvato da 1 GB di ram permette un uso fluido e privo di impuntamenti.

Il lettore è governato da Android 5.1 che può essere usato in versione standard oppure in una versione denominata “Pure Music” sviluppata da Hiby che sopprime tutti le applicazioni non necessarie alla riproduzione e può essere usata solo per la riproduzione di file in memoria. Il vantaggio dell’utilizzo di Android è la possibilità di utilizzare le più comuni app di streaming come Spotify e Tidal (oltre a giochi e qualsiasi altra app) grazie anche al Wi fi  integrato integrati nel lettore. Essendo utente premium sia Spotify che Tidal ho apprezzato molto il fatto di poter scaricare la mia musica attraverso la connessione Wi Fi per poi ascoltare il tutto comodamente offline.

Interfaccia Hiby Music

Oltre al supporto Wi Fi è dotato di bluetooth 4.0 con protocollo APTX per connettere il lettore a cuffie bluetooth e  alle radio presenti nelle automobili oppure per collegare il DAP allo smartphone per sfruttare l’Ap200 come dac esterno.

L’AP200 presenta tre varianti di memoria, 32/64/128 gb per le applicazioni e il sistema operativo espandibile attraverso lo slot in grado di ospitare 1 micro SD da massimo 256 gb.

Il tutto è alimentato da una batteria da 3.100 mAh compatibile con la ricarica rapida che garantisce intorno alle 10 ore di riproduzione.

L’app di Spotify

Nella confezione oltre al lettore è presente un bel case in pelle, un case in silicone, il cavo per il coax out e una pellicola in vetro temprato per proteggere lo schermo, ma purtroppo manca il caricabatteria per la ricarica rapida.

 

Come suona

La prova di ascolto è stata ovviamente con l’equalizzazione disattivata per ovvie ragioni.

L’ AP200 ha un suono naturale su tutto il range con una nota brillante in gamma alta. I bassi, medi fino alla parte bassa della gamma alta sono molto neutri e piatti, mentre la gamma alta è leggermente accentuata per gli amanti del suono analitico e brillante.  Nonostante questo l’Ap200 non presenta il classico sound a V moderno essendo molto lineare in gamma medio bassa/bassa, senza nessun rigonfiamento.

La resa della gamma bassa è abbastanza profonda, ma il focus è posto più sulla dinamica e sulla velocità con un risultato pulito e dettagliato, ma probabilmente non adatto ai bass head più esigenti.

La gamma media è ricca e naturale con un’ottima resa vocale molto realistica che non viene coperta in nessun modo dalla gamma bassa e risulta ben raccordata con il resto, senza apparire arretrata ne troppo avanzata.

La gamma alta come prima accennato è brillante e molto dettagliata, ma senza essere mai eccessivamente fastidiosa. Questo tipo di riproduzione è quella che preferisco, amando molto il sound preciso e analitico, ma per gli amanti del suono “caldo” e musicale potrebbe essere una caratteristica fastidiosa.

L’”immagine” è precisa e spaziosa, così come la separazione strumentale sempre di buon livello.

Vista la potenza non eccezionale i risultati migliori li ho attenuti con le cuffie IEM ad alta sensibilità oppure cuffie tradizionali, ma semplici come le Denon AH D2000, mentre il lettore non risulta molto adatto a cuffie ad alta impedenza o che richiedono molta potenza.

Conclusioni

L’Hidizs AP200 è un ottimo lettore, soprattutto considerando il prezzo dato che al momento è il più economico DAP con Android e Hiby music.

La resa sonora è molto buona, soprattutto per gli amanti del suono analitico, e la costruzione ottima.

La parte software è ben implementata e non presenta problemi ed anche la batteria è nella media, peccato solo per la potenza in uscita non proprio altissima e per il singolo slot micro sd.

 

Recensione in breve

 

Voto: 8,5 su 10

Pro:

-Costruzione ottima

-Esteticamente notevole

-Sistema operativo Android e Hiby music

-Buona qualità sonora

-Prezzo concorrenziale

Contro:

-Potenza in uscita modesta

-Singolo slot micro sd

-Niente uscita bilanciata (non è un vero e proprio contro)

, , , ,

No comments yet.

Lascia un commento

Powered by WordPress. Designed by WooThemes