menu

Adam ARTist 5 : potenti compagne da scrivania

Oggi ho deciso di mettere da parte per un attimo le cuffie per passare ad un ascolto molto simile, il nearfield, con le recenti Adam ARTist5.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Adam è una compagnia tedesca molto nota nell’ambito pro grazie alla diffusione dei suoi ottimi monitor da studio molto apprezzati sia negli studi di registrazioni che nelle postazioni per il mixing più amatoriali grazie al grande range di prezzi coperto dai suoi monitor.

Con la serie ARTist Adam ha voluto avvicinarsi anche al mondo consumer producendo dei monitor con delle finiture mgiliori e l’aggiunta di una maggiore quantità d’ingressi (tra cui uno digitale usb) e la comoda funzione Stereo Link su cui torneremo in seguito.

Sorgente: PC+SotM usb card , M2tech Young DSDExasound E20, Yulong D200

Monitor: Adam ARTist5 con supporti Adam A5X-S

I prodotti Adam sono distribuiti in Italia da Midi Music srl e le ARTist5 sono vendute ad un prezzo di listino di 389 euro per singolo monitor. Nella prova sono stati usati anche gli appositi supporti che sono venduti r a 45 euro la coppia

 

 Specifiche tecniche

Mid-Woofer
Number 1
Basket Ø 5.5″ (145 mm)
Cone material Carbon/Rohacell/Glass Fiber
Tweeter
Number 1
Type X-ART
Diaphragm area 4 inch² (2420 mm²)
Built-in Amplifiers
Mid-Woofer  amp Type A/B
Amp. power RMS / music 50 W / 75 W
Tweeter Amp Type A/B
Amp. power RMS / music 50 W / 75 W
Analog XLR / RCA / 3.5 mm mini stereo jack
Digital USB
General data
Frequency response 50 Hz – 50 kHz
THD 90dB/1m > 100 Hz ≤0.6 %
Max SPL per pair at 1m ≥110 dB
Crossover frequencies 2500 Hz
Input impedance 30 KOhm
Weight 15.4 lb (7 kg)
Height x Width x Depth 11.5″ (290 mm) x 7″ (175 mm) x 8.5″ (220 mm)
Finish Black glossy, White glossy

Costruzione ed ergonomia

Le Adam ARTist 5 sono dei monitor da studio di medie dimensioni ideati per l’ascolto ravvicinato.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Con le loro dimensioni di 290x175x220 mm sono facilmente piazzabili su una qualsiasi scrivania e non soffrono della vicinanza alle pareti nonostante il bass reflex posteriore.

Le ARTist 5 utilizzano gli stessi mid woofer da 5,5” in carbonio delle celebri A5X e lo stesso tweeter proprietario denominato X Art derivato dal celebre tweeter di Heil. I driver sono protette da una rete parapolvere che si attacca alle case magneticamente

Tutti gli input e l'equalizzatore

Tutti gli input e l’equalizzatore

Le ARTist5 sono monitor attivi bi amplificati e ogni diffusore monta al suo interno due amplificatori entrambi in classe A/B da 50W, uno per il medio basso e uno per il Tweeter.

Al suo interno troviamo anche un dac con ingresso usb posto sul retro in grado di riprodurre file a 16 bit e che rende possibile collegare le Adam ARTist5 direttamente al pc.

Per rendere la serie Artist più user friendly la Adam ha integrato anche il sistema Stereo link che permette di controllare il volume di entrambe le casse dalla manopola del canale destro in modo da non dover usare un preamplificatore o impazzire per bilanciare il volume indipendente delle due casse. Questa funzione è utilizzabile solo quando le casse son connesse in RCA o si utilizza il dac interno via usb.

Il woofer in carbonio

Il woofer in carbonio

La serie Artist è disponibile in due colori, bianca o nera, in entrambi i casi con finitura Glossy lucida molto curata che le rende eleganti e piacevoli da guardare.

Sul frontale, sotto i driver, si trovano i pulsanti di accensione e il controllo del volume oltre ad un ingresso aux in da 3,5mm a cui è possibile collegare un lettore mp3 o uno smartphone.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Tweeter X-art

Sul retro invece troviamo gli ingressi costituiti da un ingresso RCA, un ingresso Xlr e due connettori RCA per il sistema Stereo Link. Oltre a questo troviamo un ingresso usb che sfrutta il dac interno. Sfruttando il dac interno è obbligatorio utilizzare il sistema Stereo Link per avere un ascolto stereo. Sono presenti anche tre controlli per equalizzare il suono ed adattarli a stanza e gusti e la vaschetta IEC per l’alimentazione, ovviamente una per diffusore.

Gli stand A5X-S invece sono interamente realizzati in plastica molto resistente e di qualità. Questi stand permettono di inclinare le casse di modo che i tweeter siano correttamente posizionati ad altezza orecchia.

 

L'apposito stand

L’apposito stand

Come suonano

Per la prova è stato usato prevalentemente un dac esterno collegato in xlr o rca (la qualità è pressoché identica). Il dac interno è buono, ma limitato solo ai 16 bit, e non raggiunge le prestazioni di uno esterno, anche se bisogna tener presente che i dac usati nella prova costano praticamente quanto una coppia di Artist5. Il collegamento usb comunque resta un’alternativa più che valida e soprattutto molto comoda dato che elimina la necessità di un dac esterno e moltissimi cavi.

Una volta collegate correttamente e posizionate come suggerito sul manuale d’istruzioni le ARTist5 sono pronte per suonare e lo fanno subito con grande classe e stile.

Grazie alla biamplficazione e l’elevata potenza disponibile (in totale 100 W per canale RMS) la dinamica che sono in grado di tirar fuori queste piccole casse è davvero impressionante e non ci si avvicina mai nemmeno lontanamente al clipping.

Le ARTist5 sono casse estremamente neutrali e lineari come si addici ad ogni buon monitor e non enfatizzano nessun range di frequenza.

Il basso è di ottima qualità, velocissimo, molto articolato e con un ottimo punch. Il basso è parecchio esteso, anche se ovviamente non può scendere troppo visto i limiti fisici posti dalle dimensioni del cabinet e del woofer da 5,5°. Nonostante il bass reflex sia posteriore anche posizionando le casse vicino ad una parete di fondo non si riscontrano grandi problemi di rimbombo e rigonfiamenti.

I risultati sono notevoli anche in gamma media dove il dettaglio è stupefacente. La resa delle voci è cristallina e naturale senza nessuna traccia di nasalità anche ad alto volume così come la resa strumentale, velocissima e precisa.

Il tweeter proprietario X art funziona a meraviglia su queste casse fornendo una gamma estesissima e brillante senza diventare mai affaticante e graffiante

La scena è buona sempre nei limiti della categoria.

 

 

Conclusioni

Le Adam ARTist 5 sono veramente degli ottimi diffusori offerti ad un prezzo equo, soprattutto considerando che contengo già al loro interno tutto il necessario per essere collegate direttamente al pc.

La resa sonica è veramente eccezionale e lineare e pecca solo nella profondità del basso per ragioni fisiche. Per gli amanti dei bassi potrebbe essere consigliata l’aggiunta di un sub, magari sempre della stessa serie ARTist.

La costruzione è molto buona e i diffusori sono esteticamente gradevoli.

Sono presenti tutti gli input necessari e grazie alla tecnologia Stereo Link  il controllo dei diffusori è stato reso semplice ed immediato

 

Recensione in breve

Voto: 9,5 su 10

Pro:

–          Ottima costruzione

–          Finitura curata

–          Resa sonica lineare e di qualità

–          Tweeter X Art degno di nota

–          Bi amplificazione di qualità

–          Presenza di un dac interno

–          Tecnologia Stereo Link

Contro:

–          Basso non molto profondo

 

, , , , , , , ,

4 Responses to Adam ARTist 5 : potenti compagne da scrivania

  1. Carlo 13 Febbraio 2015 at 16:58 #

    Mi piacerebbe sapere quali ritenete essere le differenze principali tra queste casse e le F5 o A5X sempre della ADAM

    grazie

    Carlo

    • Matteo 13 Febbraio 2015 at 20:13 #

      Le Artis hanno il dac usb integrato bypassabile, amplificatore in classe AB anche per il woofer (le altre due hanno l’ampli in classe D) e il reflex posteriore, inoltre si può controllare il volume di entrambe da una cassa sola oltre che in modo indipendente.
      Per il resto sono uguali come driver e potenza.

  2. wazer 12 Marzo 2015 at 02:15 #

    Ottima recensione, ho acquistato anch’io questi monitor e mi trovo abbastanza bene ma non mi soddisfano del tutto, le sento fin troppo vuote nei bassi. Ora il sub della adam sarebbe una soluzione oppure pensi che sia meglio venderle e cercare qualcosa dal suono più caldo anche se meno preciso?

    grazie

    Gab

    • Matteo 12 Marzo 2015 at 09:51 #

      Stessa sensazione, infatti il mese prossimo dovrebbe arrivare la recensione del sub da abbinare.
      I monitor hanno tutti questo problemino in basso per limiti fisici dato che la cassa deve essere piccola. Se ti piacciono come suono io abbinerei il sub piuttosto che cambiare cassa.

      Matteo

Lascia un commento

Powered by WordPress. Designed by WooThemes