Top Menù

Akoustyx R115 – Le Iem universali con il fit personalizzabile – Recensione

Il mondo dell’Hifi portatile ormai è dominato dai prodotti asiatici, dai dap alle IEM. Se nell’hiend sono presenti ancora concorrenti occidentali, il mondo della bassa e medio gamma è dominato dalle cuffie asiatiche per questo quando ho scoperto l’esistenza del nuovo marchio Akoustyx mi ha incuriosito subito.

Akoustyx è un’azienda americana che progetta e produce le sue IEM negli Usa, ma che al contrario delle maggior parte delle altre aziende produttrici occidentali non si è concentrata esclusivamente nella gamma medio alta, ma produce anche modelli accessibili come le R115 che mi sono state inviate.

Akoustyx produce due serie di cuffie: le R1 e le R2. Entrambe le serie utilizzano driver ad armatura prodotti su specifica da Knowles. La serie R1 si distingue per l’attenzione al comfort dato che Akoustyx ha cercato di rendere l’esperienza di un’IEM universale il quanto più possibile ad una custom fit grazie al sistema Freebit, mentre le R2 optano per un design estremamente minimale

Le Akoustyx R115  sono vendute direttamente dal produttore ad un prezzo di 169 $, ora scontato a 119$

 

Costruzione ed ergonomia

Partendo dalle basi, le . Akoustyx R115 sono delle IEM universali ad armatura bilanciata singola.

Lo shell è interamente realizzato in plastica trasparente che lascia vedere chiaramente i componenti interni creando un bell’effetto. La qualità dell’assemblaggio è abbastanza buona anche se le finiture non sono perfette. Nella parte superiore troviamo il connettore standard MMCX per la connessione del cavo facilmente sostituibile, mentre sull’altro lato troviamo il beccuccio su cui si innestano gli inserti che non presenta nessuna griglia che impedisca allo sporco di entrare.

Una delle particolarità di queste IEM è il sistema Freebit che in pratica consiste in un guscio in silicone che avvolge quasi interamente le Iem ed è fornita in tre taglie in modo da personalizzare anche la calzata dell’Iem anche nel padiglione auricolare oltre che nel canale uditivo. L’inserto presenta anche un piccolo “artiglio” che blocca le cuffie in posizione.  Per chi non è amante l’artiglio è presente anche un inserto senza. Le cuffie sono utilizzabili pure non utilizzando questi gusci.

Il sistema è ben studiato ed effettivamente il sistema Freebit aumenta il comfort delle IEM rendendo il feeling più simile ad una cuffia realizzata su misura dal calco dell’orecchio.

Anche la dotazione di inserti classici è molto ricca e completa e comprende tre inserti di taglia diversa classici, una coppia di inserti a doppia flangia e una coppia degli ottimi inserti in foam Comply T100

Completa la dotazione una bella custodia in neoprene con doppia tasca a zip che permette di trasportare sia le IEM che gli inserti.

Il cavo in dotazione è di buona qualità. Lungo 1,2 metri è completamente trasparente, compreso lo splitter, e permette di vedere all’interno il conduttore in rame. Il jack è il classico a 90 gradi. E’ presente pure il microfono e i comandi per controllare i media su smartphone.

Come suonano

Le R115 sono delle cuffie molto semplici da pilotare e l’impedenza di 22 ohm le rende anche meno sensibili ai fruscii e ai rumori di fondo rispetto alle classiche da 16 ohm.

Le IEM sfoggiano una sound signature calda e avvolgente che predilige la musicalità e il divertimento rispetto al detttaglio.

Il punto forte è senz’altro la gamma media avanzata che vanta una resa vocale estremamente piacevole e godibile. Anche la resa strumentale è molto divertente e piena e rende il suono caldo e avvolgente. La gamma media poi si apre nella parte alta donando un po’ di brillantezza al sound.

La gamma alta ben si accorda al carattere generale, infatti non è estesissima ne particolarmente brillante e ben si sposa al carattere caldo delle R115 grazie all’assenza di siblanti anche se avrei preferito un po’ di dettaglio in più.

Nonostante la singola armatura bilanciata la gamma bassa è piena e profonda. La velocità e il dettaglio non sono al top, ma il basso ha un ottimo punch e una buona dinamica.

Il sound stage non è particolarmente esteso, ma più intimo e ristretto.

Conclusioni

Le Akoustyx R115 sono delle buon Iem per gli amanti della gamma media e del sound caldo.

La qualità sonora è buona per la fascia di prezzo.

Le iem si distinguono per il loro particolare sistema Freebit che le rende estremamente comode e più personalizzabili rispetto ad un’iem universale classica.

Ottima la dotazione molto completa

Recensione in breve

Pro:

  • Dotazione ricca e completa
  • Gamma media ben suonante e di qualità
  • Ergonomia eccellente e personalizzabile con il sistema Freebit

 

Contro:

  • Gamma alta un po’ ammorbidita

,

No comments yet.

Lascia un commento