menu

IMR R2 Aten – Le cuffie in ear che si adattano al vostro gusto – Recensione

Sono sempre alla ricerca di cuffie che adottano soluzioni nuove e non standard e, grazie alla segnalazione di un amico sono capitato, sul sito di IMR Acoustic che produce IEM decisamente interessanti.

IMR è un’azienda britannica che al momento produce due IEM, le R1 e le R2, con un interessante terzo modello in arrivo che però risulta già Sold out, le RHA..

Le R2 oggetto di questa recensione sono delle iem ibride che uniscono ad un classico driver dinamico in berillio un driver piezo elettrico per la gamma alta oltre ad un interessante meccanismo di tuning con filtri appositi in dotazione

Le IMR R2 sono vendute direttamente dall’azienda ad un prezzo di 400 sterline.

Costruzione ed ergonomia

Le R2 vengono consegnate direttamente senza scatola, ma contenute dentro una custodia semirigida che contiene le cuffie e i numerosi accessori.

Le R2 sono delle IEM aperte a doppio driver, uno dinamico da 12 mm in berillio e uno piezo elettrico.

Il grosso shell delle iem, dal look un po’ pacchiano e steampunk, è  interamente in metallo lucido color argento e oro.  Le R2 presentano un doppio sistema di filtri basati sulla sostituzione di beccucci e filtri, sostituendo il beccuccio si regola la gamma bassa, sostituendo il filtro si modifica la alta. I filtri e i beccucci intercambiabili si trovano sotto gli inserti in silicone e sono in metallo con dei colori diversi per distinguerli.. Oltre a quelli di color nero già montati è possibile montare altri 4 coppie di beccucci e 5 coppie di filtri, quindi è possibile ottenere moltissime combinazioni in base al proprio gusto.

Sostituire i filtri e i beccucci è estremamente semplice dato che basta svitare e avvitare a mano.

Sotto gli shell è posto il classico connettore a 2 pin per connettere il cavo intercambiabile.

IMR fornisce due cavi uno con connettore standard da 3,5 mm e uno bilanciato da 2,5 mm. I cavi sono di ottima qualità, in rame OFC e con guaina trasparente twistati a vista.

Pur essendo voluminose, le R2 una volta in posizione risultano comode e stabili. Ovviamente essendo aperte l’isolamento non è il loro punto forte.

Come suonano

Recensire le R2 è stato abbastanza complicato data la moltitudine di combinazione possibili, quindi ho cercato la combinazione che preferivo e la prova si baserà su quello anche perché credo che chi compra questo genere di cuffie una volta che trova i filtri adatti al suo gusto non li cambi più. Io per esempio ho montato per la gamma bassa i beccucci rossi che presentano un buon compromesso tra i super bassosi neri e i troppo fini  verdi e per la gamma alta i filtri oro.

La parte forte delle R2 è sicuramente il basso, grande, grosso,dinamico e profondo, grazie al grosso trasduttore dinamico che fortunatamente si può controllare grazie ai vari beccucci. Nonostante la quantità i dettagli sono buoni e il tutto è ben raccordato con la gamma media.

Gamma media che si presenta calda e morbida anche se ho avvertito una leggera mancanza di dettaglio. Le voci sono molto naturali e ben riprodotti, così come la gamma strumentale che risulta ben bilanciata.

La gamma alta riprodotta dal driver piezo elettrico è estremamente brillante e quasi fastidiosa con il filtro più aperto, ma fortunatamente anche qui si può intervenire e montando il filtro oro ho trovato un ottimo bilanciamento tra l’ariosità e l’analicità, riuscendo ad avere un gamma alta brillante, ma mai fastidiosa.

Una nota di merito va alla scena, una delle più larghe ed estese mai provate con delle IEM, probabilmente grazie all’apertura sul retro degli shell.

.

Conclusioni

Le IMR R2 si son rivelate veramente delle ottime IEM grazie alle tecnologie implementate e soprattutto al completo set di filtri che permette di adattare in modo fine le IEM al proprio gusto.

Dopo un breve periodo di prova di filtri sono riuscito a trovare una configurazione adatta a me e le ho trovate veramente gustose da ascoltare.

Il sistema di filtri è anche ben implementato a livello costruttivo e le R2 risultano molto solide anche se l’estetica potrebbe non piacere a tutti.

Molta completa la dotazione e molto gradita la presenza di un cavo bilanciato e uno sbilanciato

Recensione in breve

Pro:

  • Dotazione e costruzione ottime
  • Ottima implementazione dei filtri
  • Resa sonora di alto livello

Contro:

  • Gamma media  leggermente carente nei dettagli
  • Estetica un po’ pacchiana



, , , , , , , , ,

No comments yet.

Lascia un commento

Powered by WordPress. Designed by WooThemes