menu

Hifiman Ananda: le nuove eredi delle Edition X – Recensione

Dopo la prova delle Hifiman Sundara continuiamo con le prove dedicate ai nuovi modelli Hifman andando nella parte più alta della gamma.

Le protagoniste della prova di oggi sono le Ananda, le nuove rappresentanti della gamma media di Hifiman, ideali sostitute delle Edition X V2 visto il sound simile.

Anche le Ananda seguono la nuova linea di design adottando il nuovo archetto usato anche sulle Sundara e optando per padiglioni di dimensioni molto generose, probabilmente i più grandi mai visto fino a questo momento.

Le cuffia adotta i nuovi driver NEO Supernano, più leggeri e prestanti rispetto a quelli dei vecchi modelli.

Le Hifiman Ananda sono vendute su Playstereo ad un prezzo di 999 euro.

 

Costruzione ed ergonomia

Ovviamente il nuovo design inaugurato con le Sundara è stato riproposto anche per le Ananda con materiali migliori e modifiche ai padiglioni.

Anche in questa versione il nuovo archetto in pelle e metallo Hifiman risulta estremamente comodo e regolabile e i 499 g della cuffia quasi non si sentono neanche dopo lunghi ascolti.

Rispetto alle Sundara i padiglioni sono molto più grandi, probabilmente sono i più grandi che abbia mai visto, tanto che una volta indossate le cuffie occupano quasi tutto il lato del viso. I padiglioni sono anche profondi e le orecchie non li toccano mai una volta indossati.

Sotto le cuffie troviamo i connettori standard da 3,5 mm per connettere il cavo sostituibile

I pad anche in questa versione sono comodi e soffici.

Le cuffie vengono forniti con due cavi in argento e rame, entrambi ricoperti da una calza plastica trasparente abbastanza rigida. Il primo è terminato con jack da 6,3 mm da 3 metri e il secondo terminato con connettore 3,5m a 90° da 1,5 m per gli ascolti con dispositivi mobili. Pur trovando perfettamente logica la scelta di connettori e lunghezze preferivo di gran lunga i cavi Hifiman classici con ricoperti in tessuto, più flessibili e gradevoli esteticamente.

Le Ananda sono cuffie molto sensibili con i loro 103 db e i 28 ohm di impedenza e riesco ad offrire buone prestazioni anche con sorgenti non troppo potenti, tipo i DAP.

Come suona

Le Ananda risultano un’evoluzione delle Edition X anche come sound, mentre il suono è molto diverso rispetto alle più piccole Sundara che risultano meno colorate e più lineari.

Le Edition X era una cuffia che mi era piaciuta, calda e divertente, ma con una gamma media un po’ arretrata e questa Ananda segue le stesse orme, ma migliorando un po’ in tutti i fronti.

Il vantaggio di cuffie con le Ananda è di essere a loro agio con un po’ tutti i generi musicali e risultare sempre e comunque godibili, sacrificando un po’ di dettaglio e velocità in nome della musicalità.

Il basso è pieno e solido con una buona profondità, anche se avrei preferito fosse un po’ più articolato e veloce.

Dalla Edition X ha ereditato anche la gamma media arretrata pur facendo passi avanti soprattutto alleggerendo la gamma medio basso e raccordando meglio bassi e medi. Le Ananda hanno un focus più sulla gamma medio alta che tende a surclassare la gamma media, fornendo un pizzico di brillantezza in più rispetto alle Edition X. Le voci restano sempre calde e piacevoli da ascoltare.

I passi avanti maggiori sono stati fatti nella gamma alta, ora molto più dettagliata e luminosa, ma soprattutto estesa. Il tutto comunque si accorda al carattere generale della cuffia e la brillantezza non sfocia mai in fastidio o difficoltà d’ascolto.

La scena è molto ampia e definita probabilmente grazie ai padiglioni giganti.

 

Conclusioni

Se vi sono piaciute le Edition X le Ananda vi piaceranno sicuramente dato che ne migliorano i principali punti deboli.

Le Ananda risultano un po’ un capitolo a parte nella produzione Hifiman e sono indirizzate soprattutto a chi cerca una cuffia calda e facile da ascoltare preferendo la musicalità al suono iper preciso e dettagliato.

Seguendo le orme delle Sundara anche le Ananda  godono del rinnovamento del design Hifiman e possono essere indossate per molto tempo senza problemi.

Degna di lode anche la versatilità che le permette di suonare bene anche con sorgenti non potentissime.

Recensione in breve

Pro:

  • Suono caldo e piacevole
  • Buon design e comodità
  • Doppio cavo in dotazione
  • Molto versatili

Contro:

  • Gamma media arretrata
  • Preferivo i vecchi cavi Hifiman

, , , , , ,

No comments yet.

Lascia un commento

Powered by WordPress. Designed by WooThemes