menu

Souncore Liberty Air – Delle credibili rivali per gli Airpod – Recensione

Da quando Apple ha lanciato i sui Airpod c’è stato un incremento nettissimo delle cosiddette in ear “true wireless” ovvero con i due auricolari non collegati tra loro da un filo e indipendenti.

Moltissimi dei prodotti presenti online sono di pessima qualità, ma nel mercato delle true wireless stanno entrando anche produttori più affidabili.

Anker, nota produttrice di accessori per smartphone, attraverso il suo sottobrand Soundcore dedicato all’audio ha lanciato recentemente le Liberty Air.

 Le Soundcore Liberty Air sono disponibili su Amazon ad un prezzo di 89,99 euro, molto competitivo rispetto alle cuffie di casa Apple.

Costruzione ed ergonomia

Le Soundcore Liberty Air sono delle cuffie True Wireless, ovvero con i due auricolari indipendenti e non collegati tra loro disponibili in colore bianco o nero.

Le Liberty hanno un design simile alle cuffie di Apple e una volta inserite la parte più esterna fuori esce dall’orecchio. Questa parte è una superficie touch che può essere usata per controllare la riproduzione o rispondere alle chiamate, anche se all’atto pratico i comandi risultano abbastanza scomodi e non vengono sempre riconosciuti.

Al contrario delle Airpod le Liberty sono in ear ovvero si inseriscono nelle orecchie grazie a degli inserti di silicone che vanno a sigillare l’orecchio e per adattarsi alle varie grandezza nella confezione sono compresi tre taglie di inserti oltre a quelli che arrivano già montati.

Le Liberty contengono anche un micrfono per le chiamate, ma purtroppo la qualità di chiamata è piuttosto bassa, soprattutto perché il volume della voce risulta molto basso e disturbato

I piccoli auricolari arrivano con una custodia rigida dello stesso colore delle cuffie in grado di ricaricare gli auricolari e che presenta un connettore micro usb sul fondo e tre led che indicano lo stato di carica. Sinceramente mi sarei aspettato un connettore type C più al passo coi tempi invece che il vecchio micro usb.

Grazie alla certificazione IPX5 le Liberty sono adatte anche a far sport dato che resistono a schizzi ed umidità e sono state testate personalmente durante un paio di temporali.

Le Liberty sono compatibili con qualsiasi dispositivo Bluetooth e supportano la versione 5.0 che rende molto solida e stabile la connessione.

La cuffie hanno un’autonomia molto buona, con una carica si fanno tranquillamente 4 ore e la custodia consente di caricare le cuffie altre tre volte prima di essere caricata a sua volta.

Come suonano

Il principale vantaggio delle Liberty rispetto alle Airpod è sicuramente l’isolamento che, una volta trovati gli inserti della giusta taglia, risulta ottimo, tanto che è altamente sconsigliato andare in bici indossandoli entrambi (l’auricolare in destro può essere utilizzato tranquillamente da solo, quello sinistro no).

Le Liberty mi hanno accompagnato per l’ultimo mese in tutti gli spostamenti e ho trovato la qualità audio generale è buona e l’ho trovata soddisfacente per il mio utilizzo.

La gamma bassa è poco profonda, ma questa  è una caratteristica abbastanza comunque nelle iem in questa fascia di prezzo, mentre la gamma media si difende abbastanza bene con una resa realistica e pulita.

Il dettaglio è buono e la gamma medio bassa non è troppo invadente.

Conclusioni

Sono rimasto molto soddisfatto di queste cuffiette nonostante i piccoli difetti.

Le Liberty sono delle cuffiette ben realizzate che non presentano mai incertezze con una resa audio abbastanza buona per ogni occasione.

Ottima l’autonomia così come la stabilità della connessione, un po’ meno buoni i controlli che non sono molto intuitivi

Recensione in breve

 

Pro:

-Autonomia

-Prezzo

-Design

– Connessione molto stabile

Contro:

-Comandi touch scomodi

-Microfoni sottotono.

, , , ,

No comments yet.

Lascia un commento

Powered by WordPress. Designed by WooThemes