menu

DAP Fiio X5 3°Gen: il nuovo re della fascia sub 500 euro – Recensione

Fiio ormai è diventata un’azienda conosciutissima tra i vari cuffiofili grazie agli ottimi prodotti sviluppati che si posizionano in ogni categoria di prezzo, ma per chi non la conoscesse riporto una piccola introduzione da una precedente recensione:

Fiio è un’azienda cinese che divenne nota soprattutto per la produzione di piccoli amplificatori e dac portatili a cui segui la produzione di uno dei primi DAP (digital audio player) ben suonanti, ma al contempo dal prezzo abbordabile, ovvero il primo Fiio X3. In seguito a questo furono lanciati altri prodotti, tra cui il piccolo ed economico lettore X1, fino ad arrivare al nuovo X3 che riprende design e UI rimodernate dell’X1 pur mantenendo la qualità del predecessore.”

L’X5 con il cavo bilanciato Fiio collegato alle Noble Audio Savant

Da quella recensione è passato un po’ di tempo e oggi sono a provare il nuovo arrivato di casa, ovvero il DAP Fiio X5 di terza generazione che grazie all’utilizzo del sistema operativo Android garantisce il supporto a tutte le app comprese quelle per lo streaming audio come il popolare Spotify e lo streaming ad alta definizione di Tidal.

Il setup di prova è costituito da:

Cuffie: Denon Ah-D2000, Audeze LCD-X, Hifiman He400S, Hifiman Edition X, Heir Audio IEM 8, Noble Audio Savant

Il Fiio x5 3rd gen è disponibile dal rivenditore italiano Playstereo ad un prezzo di 449 euro..

 

 

 

Costruzione ed ergonomia

Con la terza generazione l’X5 ha cambiato decisamente aspetto in tutto e per tutto.

In questa nuova versione il frontale è totalmente occupato da uno schermo touchscreen da 4” di buona qualità abbandonando quasi totalmente i tasti fisici ad eccezione della bellissima rotella laterale per il controllo del volume  e un bilanciere per il controllo rapido della riproduzione oltre che al tasto di accensione. Nella parte inferiore invece troviamo la porta micro usb per la ricarica e per l’utilizzo del lettore come dac esterno, l’uscita jack da 3,5mm, un’uscita line out sempre da 3,5 mm e l’uscita bilanciata a poli da 2,5 mm che ormai è diventato lo standard per questo tipo di connessione. Una piccola chicca è come da tradizione Fiio il supporto ai comandi delle cuffie come avviene negli smartphone se si utilizza il jack da 3,5 mm.

Il lettore vanta un’ottima costruzione e risulta compatto (114x66x15 mm) e ben costruito, il tutto in peso di 186g.

Il lettore è basato su un doppio chip dac AKM AK4490 con supporto a tutti i formati musicali, DSD compreso, mentre l’uscita è gestita da una coppia di Op amp che garantiscono una potenza di 300 mW su un carico di 32 ohm. Il processore RK3188 coadiuvato da 1 GB di ram permette un uso fluido e privo di impuntamenti.

Il lettore è governato da Android 5.1 che può essere usato in versione standard oppure in una versione denominata “Pure Music” che sopprime tutti le applicazioni non necessarie alla riproduzione. Il vantaggio dell’utilizzo di Android è la possibilità di utilizzare le più comuni app di streaming come Spotify e Tidal (oltre a giochi e qualsiasi altra app) grazie anche al Wi fi  integrato integrati nel lettore. Essendo utente premium sia Spotify che Tidal ho apprezzato molto il fatto di poter scaricare la mia musica attraverso la connessione Wi Fi per poi ascoltare il tutto comodamente offline.

Il tutto è veramente ben sviluppato e implementato il che rende l’esperienza d’uso molto immediata e piacevole, soprattutto per chi è familiare con l’ecosistema Android.

Oltre al supporto Wi Fi l’X5 è dotato di bluetooth 4.0 con protocollo APTX per connettere il lettore a cuffie bluetooth oppure alle radio presenti nelle automobili.

L’X5 ha una memoria interna di 32 gb per le applicazioni e il sistema operativo espandibile attraverso lo slot in grado di ospitare 2 micro SD da massimo 256 gb.

Il tutto è alimentato da una batteria da 3.340 mAh compatibile con la ricarica rapida che garantisce intorno alle 10 ore di riproduzione.

Nella confezione oltre al lettore è presente un bel case in pelle, un case in silicone, il cavo per il coax out e una pellicola in vetro temprato per proteggere lo schermo, ma purtroppo manca il caricabatteria per la ricarica rapida.

Modalità Pure Music

 

Come suona

Il Fiio X5 alla sua 3° generazione si presenta già delle caratteristica come uno dei dap under 500 euro migliori, ma il suono sarà all’altezza?

L’X5 è un lettore molto neutro e lineare a differenza delle precedenti versioni che era contraddistinte da un suono più caldo e morbido. Il vantaggio è che perdendo un po’ di musicalità si ha un suono più ricco di dettagli e preciso così come un maggior controllo in basso che restituisce un puch ed una velocità migliore pur avendo una buona profondità. In caso vogliate un basso più presente comunque è possibile attivare l’effetto Viper, una specie di equalizzatore.

La gamma media si raccorda bene mantenendo precisione e una spaziatura tra gli strumenti di qualità. Le voci sono ricche e prive di sibilanti e con una buona naturalezza.

L’unica pecca del lettore è la gamma alta un po’ troppo controllata, probabilmente per non renderla fastidiosa a certe orecchie. Avrei preferito una gamma alta più estesa e con qualche dettaglio in più, mentre in Fiio probabilmente hanno deciso che un suono leggermente più morbido si sposasse meglio al loro lettore.

Il Fiio X5 è un lettore potente e riesce a supportare senza problemi le cuffie a bassa impedenza incluse le magnetoplanari sensibili tipo le Edition X e le LCD X facendole suonare ad un buon livello ed andando in difficoltà solo con le cuffie ad alta impedenza. Il lettore dà il meglio comunque con le IEM. L’uscita in bilanciato è consigliabile solo per le cuffie full, mentre per le IEM ho preferito l’uscita sbilanciata.

La resa del bluetooth è buona grazie al protocollo APTX, ma la resa dipende maggiormente dalle cuffie dato che viene sfruttato il dac interno di quest’ultime

 

Conclusioni

Il Fiio X5 3nd al momento è probabilmente il miglior lettore sub 500 euro sia per quanto riguarda la qualità sonica sia per l’usabilità.

L’adozione di Android permette di utilizzare i più popolari servizi di streaming e grazie alla memoria espandibile fino a oltre 500 gb è possibile portare con sé i propri file anche in DSD senza problemi.

Ottima la qualità sonora supportata da una buona sezione di amplificazione che permette di utilizzare una grande varietà di cuffie.

La confezione è molto completa, peccato solo per l’assenza di un caricabatteria visto il supporto alla ricarica rapida.

 

Recensione in breve

Voto: 9 su 10

Pro:

-Costruzione ottima

-Supporto alle app di streaming

-Buona sezione di amplificazione

-Buona qualità sonora

-Ottima usabilità sia in modalità Android che in Pure Music

Contro:

-Gamma alta un po’ smussata

-Assenza di un caricabatterie rapido nella confezione

, , , , , , ,

2 Responses to DAP Fiio X5 3°Gen: il nuovo re della fascia sub 500 euro – Recensione

  1. Aldo Cavacece 17 maggio 2017 at 16:49 #

    Ciao. Intanto grazie per la recensione. Sai, per caso, se puó essere usato solo come lettore collegato in otg con un dac/ampli esterno, tipo mojo o hugo?
    Grazie mille

    • Matteo 19 maggio 2017 at 09:49 #

      Ciao,
      sì, è possibile utilizzare il lettore collegato in OTG a dac esterni.

      Matteo

Lascia un commento

Powered by WordPress. Designed by WooThemes