menu

Hifiman HE400s: le nuove regine della fascia media – Recensione

Come ogni appassionato avrà avuto certo modo di notare negli ultimi anni le cuffie più chiacchierate sono sicuramente le magnetoplanari che con la loro riscoperta (le prime ortodinamiche Yamaha sono del 1976) hanno portato una ventata di aria fresca nel mondo delle cuffie posizionandosi al top ed arrivando ai livelli di alcuni modelli leggendari.  Oltre alla loro qualità però le prime magnetoplanari odierne avevano dei difetti: il prezzo elevato, il peso e la loro sete di corrente. Hifiman, una delle prime case insieme ad Audeze a riproporre questo tipo di cuffie, però è riuscita a presentare un modello dal prezzo contenuto, leggera ed in grado di suonare praticamente con tutto, le loro nuove new enry, le Hifiman HE400s.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Di seguito il setup di prova

Sorgente: PC+SotM usb card , M2tech Young DSDExasound E20, Aurender Flow, Fiio X3 2nd Gen

AmpliQuestyle CMA800R., Schiit Asgard, M2Tech Marley

Le cuffie Hifiman sono vendute in Italia da Playstereo.com dove è possibile acquistare le HE400s a 350 euro

Costruzione ed ergonomia

Le HE400s s seguono il nuovo stile adottato da Hifiman già apprezzato sulle HE560  e sulle HE400i anche se per contenere i costi i padiglioni sono interamente realizzate in plastica di buon qualità.

L’archetto invece è lo stesso comodissimo utilizzato nelle due sorelle maggiori che pur essendo abbastanza particolare in testa non si sente neanche e fornisce una comoda regolazione

Hifiman è riuscita a ridurre ancora ulteriormente il peso scendendo a soli 350 g, un record tra le orto

Il nuovo sistema di archetto si compone in due parti: una strutturale più esterna in alluminio che non poggia sulla testa e serve a regolare la cuffia e a mantenerla in posizione, mentre l’altra parte è una fascia in pelle morbida ancorata all’archetto che poggia sulla testa.

L’archetto termina con due supporti in plastica nera che sorreggono i grossi padiglioni.

I padiglioni delle HE400s sono realizzati in plastica di ottima qualità di colore grigio, mentre la parte esterna e aperta è coperta da una griglia metallica nera che protegge i driver.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Nella parte inferiore troviamo i connettori per il cavo che sono una piccola rivoluzione in casa Hifiman dato che ha deciso di sostituire i loro classici e scomodissimi connettori con dei connettori standard da 2,5 mm come sulle HE1000.

Le HE400s montano dei pad molti morbidi e comodi leggermente inclinati e rivestiti in simil velluto.

Il cavo incluso nella confezione è abbastanza corto, solo 1,5 m,, ma di buona qualità e si presente rivestito in tessuto.  Il tutto termina con un jack da 3,5mm a 90°, ma nella scatola è incluso un adattatore a 6,3 mm per usare la cuffia con la maggior parte degli ampli desktop.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Le HE400s sono delle cuffie che sono in grado di suonare con qualsiasi sorgente, compresi i lettori portatili grazie ai loro 22 ohm d’impedenza e alla sensibilità di 98 db, anche se sconsiglio un uso all’esterno dato che sono totalmente aperte (Hifiman sta pensando anche ad una cuffia chiusa per questo utilizzo).

Come suona

La HE400s si è rivelata subito un’ottima cuffia di livello medio che per me batte le “cuffie medie” per eccellenza, ovvero le HD600/HD650, facendo una media tra il suono molto chiaro delle 600 e quello scuro delle 650. Il bello della HE400s è che suona bene anche con pochissima corrente, al contrario delle Senny, tipo collegata direttamente al Fiio X3 oppure anche al mio smartphone Xiaomi MI3. Il risultato ovviamente migliora con amplificazioni più potenti, ma questa caratteristica permette di avere un ottimo impianto di medio livello senza doversi svenare con amplificatori esterni.

Le He400s possono vantare una fantastica gamma media ben presente e dettagliata con una riproduzioni delle voci ottima. La gamma media pulitissima e precisa è la migliore che ho sentito in questa fascia di prezzo e non c’è la minima traccia del “velo” delle HD650 o della super brillantezza delle HD600 che ogni tanto diventano stridenti.

Le HE400s pagano però qualche difetto come un basso un po’ leggero e non profondissimo che in compenso è veloce e preciso. La situazione migliora fornendo una potenza maggiore che dona un po’ più di profondità al basso. Siamo lontani anni luce dal vecchio corso Hifiman scuro e bassoso delle HE400 e delle HE500, ormai le Hifiman son totalmente cambiate.

La gamma alta è molto equilibrate ed è una buona sintesi abbastanza etensa e brillante senza essere fastidiosa e ben si raccorda alla gamma media.

La dinamica è di buon livello e la piacevole sorpresa è che si buon apprezzare una buona velocità anche collegando le cuffie a dispositivi portatili e a bassa potenza, cosa rara per le ortodinamiche.

Conclusioni

La HE400s per me al momento sono la miglior cuffia media e battono le storiche rappresentanti di questa fascia, le HD600/HD650.

Oltre al suono una cosa che rende queste HE400s preferibili alle Sennheiser è anche la facilità di pilotaggio che non richiede per forza di cose un impianto costoso alle spalle e possono suonare anche collegate direttamente ad un Fiio X3.

Per ridurre i costi Hifiman ha deciso di ripiegare sulla plastica per i padiglioni, ma la costruzion è ottima con un archetto ben studiato e dei cuscinetti morbidissimi e comodissimi. La confezione è abbastanza scarna e contiene solo le cuffie, inoltre avrei preferito un cavo più lungo dato che essendo aperte è una cuffia casalinga.

 

Recensione in breve

Voto: 9 su 10

Pro:

  • Miglior cuffia nella fascia media
  • Ottimo rapporto qualità/prezzo
  • Gamma media fantastica
  • Cavo e connettori migliorati
  • Facilità di pilotaggio

Contro:

  • Basso un po’ leggero
  • Cavo corto

, , , , , ,

9 Responses to Hifiman HE400s: le nuove regine della fascia media – Recensione

  1. andrea 27 Novembre 2015 at 15:02 #

    Ciao matteo che amplificatore per cuffie consiglieresti per pilotarle al meglio?

    • Matteo 29 Novembre 2015 at 12:57 #

      Ciao,in che fascia di prezzo? Portatile o no?

  2. andrea 30 Novembre 2015 at 14:59 #

    Grazie della risposta.Il budget sarebbe sui 300 euro e non avrei necessitá che fosse portatile.

  3. Sandro 31 Dicembre 2015 at 13:19 #

    Ottimo articolo Matteo,
    anche a me interesserebbe,da neofita, sapere se c’è un ampli/Dac da abbinare a queste cuffie spendendo 250/300 euro.
    Sarebbe per me il primo impianto per ascoltare musica liquida
    Grazie mille

    • Matteo 3 Gennaio 2016 at 13:21 #

      CIao,
      con quel budget potresti guardare l’accoppiata dac Schiit Magni più l’ampli Schiit Modi e avresti un ottimo risultato, son due apparecchi che mi piacciono,

      Matteo

      • Sandro 3 Gennaio 2016 at 16:30 #

        Grazie mille Matteo, li sto vedendo 🙂 ma l’uscita per le cuffie del Modi va bene per le he400s, dalle immagini mi sembra più “grosso”.

        Cosa ne pensi del Oehlbach XXL DAC Ultra lo hai mai sentito suonare?

  4. Sandro 3 Gennaio 2016 at 16:29 #

    Grazie mille Matteo, li sto vedendo 🙂 ma l’uscita per le cuffie del Modi va bene per le he400s, dalle immagini mi sembra più “grosso”.

    Cosa ne pensi del Oehlbach XXL DAC Ultra lo hai mai sentito suonare?

  5. Mauro 13 Marzo 2016 at 10:32 #

    Come le confronteresti con le Fidelio X2? Grazie.

    • Matteo 14 Marzo 2016 at 09:00 #

      Per me sono un po’ meglio le Hifiman, anche se le differenze sonore non sono così eclatanti e come tipo di suono son simili.

Lascia un commento

Powered by WordPress. Designed by WooThemes