menu

Fiio X3 II e EX1: degli ottimi compagni di viaggio – Recensione

Dopo la prova delle costosissime ed eccellenti Hifiman HE1000 con questa prova torno a parlare di qualcosa dal prezzo più umano, ma comunque di otima qualità, l’accoppiata portatile Fiio X3 II (seconda generazione) abbinato alle IEM Fiio EX1.

Fiio è un’azienda cinese che divenne nota soprattutto per la produzione di piccoli amplificatori e dac portatili a cui segui la produzione di uno dei primi DAP (digital audio player) ben suonanti, ma al contempo dal prezzo abbordabile, ovvero il primo Fiio X3. In seguito a questo furono lanciati altri prodotti, tra cui il piccolo ed economico lettore X1, fino ad arrivare al nuovo X3 che riprende design e UI rimodernate dell’X1 pur mantenendo la qualità del predecessore.

Per il lancio dell’X3 II Fiio ha deciso di affiancargli un nuovo paio di IEM, le EX1. In verità quest’ultime non sono prodotte direttamente da Fiio, ma dall’asiatica DUNU che da anni propone IEM di qualità ti tutte le tipologia.

Di seguito il setup di prova.

Sorgente: Xiaomi Mi3 , Questyle CMA800i, Exasound E20, Yulong D200,, Hidizs Ap100

Cuffie: Apollo Audio Lab Viper 6 , Heir Audio IEM8, Hifiman HE560, Audeze LCDX, Audeze EL8C, Hifiman HE400s, Fidelio X2

Il Fiio X3 e le EX1 sono acquistabili dal riventirore italiano Playstereo. Il lettore è offerto a 219 euro, mentre le IEM a 99 euro.

 

Costruzione ed ergonomia

Per questa seconda generazione dell’X3 Fiio è riuscita a fare un ottimo redesign.

Ora l’X3 è estremamente compatto (stesse dimensioni dell’X1 tranne lo spessore) riducendo il corpo a 96x57x16 mm.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Un’altra caratteristica che ho apprezzato molto è stato il ridisegno totale dei comandi che, dopo aver abbandonato i molti tasti della prima gen, ha abbracciato anche qui il design dell’X1 passando alla comoda rotella stile Apple e pochi tasti rendendo il tutto più immdiato.

Il case è di ottima qualità ed interamente in lega d’alluminio e sul frontale è presente uno schermo lcd da 2” di buona qualità.

Nella parte superiore troviamo il jack da 3,5mm per le cuffie e un altro jack delle medime dimensione per il line out se si volesse utilizzare un ampli esterno oppure per l’ uscita ottica.

Il lettore non ha memoria interna, ma supporta micro SD con capienza fino a 128 gb grazie al vano sul lato che ospita anche i tasti per l’accensione e per il controllo volume.

Nel lato inferiore invece troviamo un connettore micro usb per la ricarica, il trasferimento dati o per utilizzare l’X3 come dac esterno.

Il tutto è alimentato da una batteria da 2.600 mAh che garantisce 11 ore di riproduzione.

Passando all’interfaccia l’X3 ha fatto enormi passi avanti ed ora il tutto è molto immediato ed intuitivo grazie alla grande rotella. L’X3 supporta anche i temi che possono essere sostituiti a piacimento (di default ne sono presenti 6) e l’equalizzatore a 10 bande via software. Una caratteristica piuttosto unica nel panorama dei lettore è che l’X3 supporta i comandi in linea presenti su molte cuffie pensate per gli smartphone e questo permette di cambiare canzone e mettere in pausa la riproduzione senza estrarre il lettore di tasca.

L’x3 supporta praticamente tutti i formati, compreso il DSD che viene riprodotto senza conversione grazie al chip DAC Cirrus Logic CS4398.

Anche il corpo delle piccole EX1 è interamente in metallo con un design particolare: oltre ad i fori per il suono sul beccuccio sono presente dei fori anche sulla parte che poggia sui padiglioni per limitare le riflessioni interne.

L’EX1 sono delle IEM a singolo driver dinamico. Il driver è da 13 mm realizzato in lega di titanio per garantire leggerezza e rigidità e quindi un suono più dinamico e preciso

Il cavo lungo 1,2 m invece è in rame OFC rinforzato con kevlar per renderlo più resistente e termina con un jack da 3,5 mm a 90°.

Nonostante la forma particolare le EX1 sono molto comode, non tendono a fuori uscire e grazie al loro pesono minimo si dimenticano velocemente.

Nella scatola, oltre alle cuffie, si trovano un bel case per il trasporto e 3 coppie di inserti extra di varie misure.

Come suonano

Il lettore X3 rispecchia un po’ il sound tipico delle elettroniche Fiio con un suono tendente al caldo e al musicale.

Il suono del lettore comunque è generalmente bilanciato e non mostra particolari punti deboli ed infatti l’X3 risulta probabilmente il miglior lettore nella sua fascia di prezzo pur non raggiungendo la qualità di altri lettori che comunque costano nettamente di più, tipo l’Hifman 901s che però costa nettamente di più ed è molto più ingombrante.

L’x3 ha una gamma media ricca e naturale molto piacevole da ascoltare con voci realistiche, il basso è pieno e abbastanza profondo e mai ingombrante, mentre la gamma alta rispetta il carattere musicale del lettore e non è molto estesa prediligendo una riproduzione meno aggressiva e senza sibilanti.

Il soundstage è nella norma della fascia di prezzo, mentre la dinamica è buona a patte di collegare cuffie che il lettore riesce a gestire.

Il DAP dà il meglio di sé con le IEM ad alta sensibilità, come le Ex1, che pilota in modo egregio e con cuffie non troppo impegnative comprese le nuove orto entry di Audeze, i modelli EL8, e le Hifiman ad alta sensibilità come le HE400 S, (entrambe verranno recensite a breve) e offre un’ottima prestazione anche come dac per pc sfruttando l’ingresso usb e l’uscita line out con un ampli esterno.

Passando alle in ear EX1, come prima accennato sono un rebranding delle DUNU Titan, il che è una buona cosa dato che sono delle piccole cuffie molto valide.

Pur non amando particolarmente le cuffie a singolo driver dinamico ho apprezzato il grande driver da 13 mm delle Ex1 che permette di riprodurre in modo completo l’intera gamma non peccando in basso che è anzi il punto forte.

Grazie alle generose dimensioni della membrana le EX1 si possono definire delle IEM “bassose” e riescono a riprodurre un basso profondo e articolato di buona qualità anche se un po’ in evidenza.

In gamma media la EX1 si comportano bene, nonostante il medio basso leggermente gonfio, proponendo una buona qualità delle voci sia maschili che femminili con un’ottima resa strumentale.

Degna di nota la gamma alta estesa e ariosa con un dettaglio veramente buono che le rende perfette compagnie per l’X3 che qui si completano a vicenda.

Il soundstage è di buona qualità considerando che sono delle IEM anche se ovviamente non si può pretendere l’estensione di una cuffia classica.

Conclusioni

In definita l’accoppiata X3-EX1 si dimostra ottima, sopratutto considerando il prezzo e i due prodotti hanno caratteristiche sonore complementari il che rende l’accoppiata vincente. Per un prezzo di circa 300 euro totali è possibile avere un ottimo sistema portatile che può dare grandi soddisfazioni pur essendo estremamente compatto e funzionale

Il punto forte è l’X3 che si dimostra veramente un’ottima scelta se si cerca un lettore portatile e che rivela ottime qualità anche come dac da collegare ad un portatile rivaleggiando tranquillamente con dac puri dello stesso prezzo.

Le EX1 si sono dimostrate delle onestissime IEM che riescono a spiccare sull’affollata concorrenza grazie ad una costruzione fantastica, una buona dotazione ed ad un suono di qualità ad un prezzo adeguato.

 

Recensione in breve

Voto: 8,5 su 10

, , , , , , ,

Trackbacks/Pingbacks

  1. Dunu Titan 3 e Titan 5: l'attacco dei Titani (IEM) - Recensione | Stereo-Head - 15 Gennaio 2016

    […] tempo fa abbiamo provato delle IEM della  Fiio, le EX1, e si sono rivelate delle ottime in ear ad un prezzo abbordabile. Le EX1 in verità non sono […]

Lascia un commento

Powered by WordPress. Designed by WooThemes