menu

SotM tx-USBexp e mBPS-d2s: come ottenere il massimo dal pc audio

I computer sono sempre più al centro dei sistemi di ascolto di molti appassionati nella maggior parte degli appassionati grazie alla loro comodità e flessibilità. Nella maggior parte dei casi questi sono collegati ai dac attraverso la connessione usb che ha surclassato in qualità il resto delle connessioni digitali ed è l’unica ad offrire il supporto nativo ai file DSD oltre all’hdmi che però è poco utilizzato nei dac. Il problema però è che le porte usb delle motherboard non sono pensate per un utilizzo prettamente audio e si basano su clock scadenti e utilizzano sezioni di alimentazione non regolate a dovere.

Il pc audio di Stereo - Head con la tx-USBexp

Il pc audio di Stereo – Head con la tx-USBexp

Per cercare di aumentare le performance dei PC audio, SotM ha creato luna scheda usb- PCI-E chiamata tX-USBexp (presente anche nella variante PCI per le vecchie schede madre e chiamata tX-USB) che verrà provata insieme al suo alimentatore dedicato a batteria mBPS-d2s.

SotM, acronimo Soul of the Music, è un’azienda sud coreana specializzata in audio digitale che presenta a catalogo, oltre alle due schede PCI, diversi dac, media server, filtri sata e un cavo usb.

Di seguito il setup di prova

Sorgente: PC+SotM tx-USBexp e alimentatore mBPS-d2s , MF V dac II, M2tech Young DSD, Exasound E20, Fostex HP A8C

Ampli cuffie:M2tech Marley, Yulong A28, Hifiman EF6, 2 x Questyle CMA800R, Schiit Asgard, AudioQuest DragonFly

Cuffie:  Sennheiser HD600, Hifiman HE6, Hifiman HE500, Sennheiser HD800, Denon AH- D2000

Finale di potenza: Eam Lab 3.8

Casse: Kef LS50

I prodotti SotM sono distribuiti in Italia da  Plasmapan.

La scheda tx-USBexp è acquistabile ad un prezzo di listino di 350 euro, mentre l’alimentatore dedicato ad un prezzo di 450 euro.

 

Costruzione ed ergonomia

La SotM tx-USBex è un scheda USB3 che va connessa alla scheda madre attraverso lo slot PCI-E.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Insieme alla scheda nelle confezione vengono forniti due frontali in alluminio, uno di dimensioni standard e uno slim, di modo che possa adattarsi a tutti case.

Sul frontale della scheda è presente una porta USB3 (sul modello PCI sono presenti due porte), un ingresso ack DC standard da 5,5 mm per l’alimentazione esterna opzionale e un interruttore rosso che permette di scegliere se alimentare la porta usb oppure no in caso si utilizzino dac che non necessitano dei 5V dell’USB.

Oltre che esternamente attraverso un alimentatore esterno in grado di erogare una tensione  da 6,5 a 9V la scheda può essere alimentata anche attraverso l’alimentatore interno del PC grazie al connettore IDE a poli sul fondo.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

In entrambi in casi l’alimentazione è filtrata e regolata attraverso i numerosi condensatori presenti sulla scheda e dai regolatori di tensione a basso rumore.

La scheda è sviluppata su un PCB bianco a 4 layers, in modo da prevenire le interferenze tra le varie sezioni.

Oltre alle sezioni di alimentazione sono presenti dei filtri per la riduzione del rumore anche sulla connessione PCI E e sull’uscita usb in modo da ottenere un segnale più pulito possibile.

La scheda inoltre non sfrutta il clock impreciso della scheda madre, ma ha un clock ad alta precisione proprio in modo da ridurre il jitter al minimo.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La scheda è compatibile con Linux e con Windows7/8 grazie agli appositi driver e supporta qualsiasi tipo di file.

L’installazione è semplicissima, basta connettere la scheda ad uno slot PCI-E libero, connettere il molex per l’alimentazione e il gioco è fatto. In caso si voglia usare un alimentatore esterno SotM consiglia di lasciare il molex dell’alimentatore connesso comunque (la scheda lo esclude automaticamente quando si alimenta da esterno)  di modo che in caso di malfunzionamento di quello esterno la scheda venga comunque alimentata prevenendo qualsiasi danno.

Oltre che con un classico alimentatore da muro la scheda può essere alimentata esternamente anche con l’alimentatore mBPS-d2s della stessa casa.

Il mBPS-d2s è un alimentatore a batteria in grado di fornire un’alimentazione più pulita rispetto ad uno classico da muro.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

All’interno del case in alluminio sono presenti due batterie di modo che mentre una si carica l’altra fornisce l’alimentazione. L’alimentatore  è in grado di misurare lo stato di carica delle batteria passando automaticamente da una batteria all’altra in caso una si scarichi e interrompendo la carica quando entrambe sono cariche, in questo modo è possibile lasciare sempre l’alimentatore collegato alla rete. Le batteria sono collegate ad un pcb bianco su cui sono saldati dei condensatori e dei regolatori di tensione a basso rumore per filtrare ulteriormente la corrente.

Sul frontale del case sono presenti un interruttore a leva per accendere e spegnere l’alimentatore e una serie di led che indicano lo stato di carica delle batteria e quale si sta utilizzando al momento.

Sul retro invece troviamo un connettore per collegare la messa a terra in caso di ronzii e due jack DC da 5,5 mm, uno per collegare l’alimentatore di carica e l’altro per connettere l’alimentatore alla scheda con l’apposito cavetto, entrambi forniti con la confezione.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

L’alimentatore oltre alla scheda può essere usato anche per alimentare il trasporto dx-USB HD , il mini media server SMS-100  o il nuovo dac/amp SHP-100.

Come suona

I miglioramenti ottenuti grazie alla scheda di SotM variano, ovviamente, in base al tipo di dac collegato.

I miglioramenti maggiori si ottengono con i vecchi dac equipaggiati con ricevitori usb non asincroni (che sfruttano il clock della scheda madre), tipo il V Dac II: l’utilizzo del clock ad alta precisione della scheda va a sostituirsi a quello della scheda madre riducendo enormemente il jitter rendendo di conseguenza il suono molto più dettagliato e musicale, riducendo la fatica d’ascolto e allargando la scena in maniera consistente.

La scheda incrementa notevolmente anche le prestazioni dei dac alimentati da usb fornendo un’alimentazione di qualità e regolata, sia usando l’alimentazione interna che utilizzando un alimentatore esterno.

I miglioramenti sono comunque udibili anche con dac moderni e alimentati esternamente, come l’Exasound e il Fostex usati nella prova dovuti al fatto di avere un’uscita usb completamente isolata dal resto del pc e alimentando il ricevitore usb del dac.  In questo caso parliamo di finezze e sicuramente non stravolgono i dac collegato, ma il suono risulta più pieno,   e, soprattutto, dinamico.

Alimentando la scheda esternamente con un normale alimentatore da parete a 9V si migliora ulteriormente la resa della scheda.  Passando da un alimentatore “comune” al mBPS-d2s l’incremento invece non è così evidente e si hanno piccoli miglioramenti nei piccoli dettagli e una resa in basso leggermente migliorata, soprattutto nel punch

 

Conclusioni

In conclusione vale la pena di acquistare la tx-USBexp? In caso si vogliano ottenere le prestazioni massime dal pc audio la risposta è sì, soprattutto se si utilizzano dac senza ricevitore asincrono, interamente alimentati da usb o con anche il solo ricevitore usb alimentato a 5V. Anche con l’utilizzo con dac moderni il miglioramento è sicuramente tangibile, sicuramente molto maggiore di un qualsiasi cavo usb.

Utilizzando anche l’alimentatore mBPS-d2s si migliora ulteriormente la resa della scheda, ma l’alto costo dello stesso non giustifica la differenza di prestazioni rispetto a quello ottenuto rispetto ad un normale alimentatore da muro, quindi ne consiglierei l’acquisto solo in caso di impianti veramente top.

 

Recensione in breve

Voto: 8,5 su 10

Pro:

–          La scheda aumenta le prestazioni dei PC audio con qualsiasi dac

–          Installazione semplice e immediata

–          Funziona con qualsiasi dac usb

–          Migliora l’alimentazione usb sia sfruttando l’alimentatore interno del pc che uno esterno

–          Possibilità di spengere l’alimentazione su usb in caso non servisse

 

Contro:

–          L’alimentatore opzionale costa parecchio e non offre grandi miglioramenti rispetto ad un alimentore da parete comune

–          Solo una porta usb sulla scheda contro le due della vecchia versione

 

, , , , , , , ,

2 Responses to SotM tx-USBexp e mBPS-d2s: come ottenere il massimo dal pc audio

  1. Fabio 27 Novembre 2015 at 12:10 #

    Salve, ho trovato la recensione molto interessante. Io avrei comunque la necessità di alimentare la scheda da un alimentatore esterno, e vorrei evitare una spesa aggiuntiva considerevole (anche in considerazione di quanto leggo nella vostra recensione). Sapreste indicarmi un buon alimentatore esterno ad un prezzo umano? Grazie.

    • Matteo 29 Novembre 2015 at 12:58 #

      Buongiorno,
      ci sono gli italiani ZG (www.zgitaly.it) esteticamente sono abbastanza brutti, ma fanno un modello toroidale, l’FT146, con l’uscita in tensione regolabile ad un buon prezzo e di qualità.

Lascia un commento

Powered by WordPress. Designed by WooThemes