menu

Hifiman HE6 e EF6: l’accoppiata da sogno – Recensione

Ho sempre apprezzato la linea Hex00 di Hifiman, sia per le HE400 (recensione qui) che sono state le mie prime ortodinamiche che per le HE500 che sono le cuffie che uso più spesso attualmente. Entrambi questi modelli però sono l’evoluzione della prima serie, la Hex di cui facevano parte HE4, HE5 e il top HE6.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Queste erano le prime ortodinamiche delle Hifiman ed erano contraddistinte da una sensibilità veramente bassa e dalla conseguente necessità di una grande potenza per essere pilotate. Mentre le HE4 e le HE5 hanno avuto ben due successori che ne hanno alzato notevolmente la sensibilità, le HE6 sono rimaste il top della casa e sono tutt’ora in vendita.

Queste cuffie sono considerate da alcuni tra il top in produzione al momento, ma la loro sensibilità di solo 83,5 db ha spinto Hifiman a creare anche un amplificatore in grado di pilotarle a dovere, l’EF6 che proveremo in abbinata.

L’EF6 è un amplificatore in classe A in grado di erogare ben 5 W sui 50 ohm delle HE6,

Di seguito il setup di prova

Sorgente: PC+SotM usb card , M2tech Young DSD, Exasound E20, Fostex HP A8C

Ampli cuffie: M2tech Marley, Yulong A28, Hifiman EF6, Questyle CMA800R, Schiit Asgard

Cuffie:  Sennheiser HD600, Hifiman HE6, Hifiman HE500, Sennheiser HD800, Denon AH- D2000

Finale di potenza: Eam Lab 3.8

Casse: Kef LS50

I prodotti Hifiman sono distribuiti in Italia da Playstereo da cui è possibile acquistare l’amplificatore EF6 ad un prezzo 1.560 euro di e le cuffie HE6 ad un prezzo di 1.199 euro

 Specifiche tecniche

Hifiman HE6

Risposta in frequenza 8 to 65 KHz
Impedenza: 50 ohm
Output power Balanced: 600ohm:400mW 300 ohm:700mW 150 ohm:1.3W  32 ohm:2.5WUnbalanced: 600ohm:120mW 300 ohm:200mW 150 ohm:350mW 32 ohm:800mW
Efficienza 82,5 dB
Peso 502 g

Hifiman EF6

SNR 95dB
THD+N 0.03% (1w and 1KHz)
Potenza 5 W su 50 ohm in classe A
Dimensions  330x310x105 mm
(W x H x D):
Weight: 11 Kg

 

Costruzione ed ergonomia

Le cuffie HE6 sono praticamente identiche alle altre cuffie della attuale famiglia Hfiman (le prossime serie saranno riviste anche nell’estetica).

L’archetto è costituito da una fascia metallica è rivestito con una fascia in vera pelle nera imbottita in modo generoso e molto morbido nella parte su cui poggia la testa.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Al termine dell’archetto sono presenti due blocchetti rotondi sempre in alluminio verniciati blu con sopra riportato il modello della cuffia in bianco e l’orientamento. Questi blocchetti fungono anche da guida per i supporti dei padiglioni. dando la possibilità di regolare le dimensioni dell’archetto. I supporti per i padiglioni sono in metallo silver e sono fissati ai lati dei padiglioni con due viti su cui i padiglioni possono ruotare per adattarsi meglio alla vostra testa.

I padiglioni sono realizzati anch’essi in alluminio verniciato blu, molto gradevole alla vista, mentre l’apertura dietro i driver è protetta da una fitta rete metallica nera.

Alla base dei padiglioni si trovano  i due connettori dorati per collegare  il cavo. I connettori sono proprietari e sono comuni a tutta la serie HE ed è possibile acquistarli a pochi euro da Hifiman stessa. Il connettore è filettato di modo che il connettore del cavo venga avvitato e non si possa sfilare accidentalmente.

I pad forniti nella confezione sono in simil pelle nera, ben imbottiti, ma non proprio comodissimi, soprattutto in estate. I pad in dotazione possono essere facilmente sostituiti con quelli in velluto venduti per una decina di euro da Hifiman, molto più comodi e traspiranti a nostro avviso. Nella confezione sono presenti anche i pad in velluto.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il cavo è in rame ricoperto da una guaina trasparente e twistato a vista. Il cavo è lungo 2 metri e termina con un connettore xlr a 4 poli della Neutrick, anche se nella confezione è presente un adattatore a jack da 6,5mm lungo 1 metro. Sinceramente visto il costo della cuffia sarebbe stato bello avere due cavi differenti lunghi tre metri ciascuno.

Le HE6 sono una cuffia abbastanza  comoda grazie alle generose imbottiture di archetto e pad, anche se dopo un lungo ascolto il suo mezzo chilo di peso si fa sentire.

Il compagno ideale delle HE6, l’EF6, è una vera bestia di amplificatore.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Con i suoi 11 kg effettivi di peso e le misure di  330x310x105 mm è l’amplificatore cuffie dedicato più grande e massiccio che abbia mai visto e la sua mole è vicina a quelle del mio finale di potenza Eam Lab da 200 W, non propriamente un amplificatore da scrivania.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il frontale interamente in acrilico nero, lucido ai lati e opaco al centro, è dominato dall’enorme manopola per il controllo del volume in alluminio nero. La manopola comandando un attenuatore a resistenze ruota con degli steps, esattamente 24, ma il suo grande diametro ne rende facile e comoda la rotazione al contrario di altri apparecchi che ho provato in passato.

Sulla sinistra si trova il tasto di accessione con il relativo led blu che ne indica l’accensione, mentre a sinistra troviamo i tre pulsanti per la selezione dell’ingresso con relativo led. I led sono molto luminosi, soprattutto al buio hanno un certo effetto”laser”. I tre ingressi sono denominati aux, cd e in line, quest’ultimo costituito da un jack da 3,5 posizionato sul frontale per collegare direttamente un lettore mp3 o uno smartphone. Sul frontale troviamo inoltre le due uscite che possono essere usate contemporaneamente., unan un xlr a 4 poli e uma con un jack stereo da 6,3 mm entrambi con il blocco per impedire la fuoriscita accidentale del connettore. Nonostante l’uscita xlr l’amplificatore non è realmente bilanciato, ma single ended.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il retro invece è molto semplice e troviamo tre coppie di rca, due coppie per gli input e una coppia per l’uscita pre out, la vaschetta IEC, il selettore di voltaggio coperto da un coperchio di plexiglass (meglio controllare prima dell’accensione dato che è arrivato con selezionati i 110V) e un selettore di guadagno a due posizoni, 0 e -10. Purtroppo manca un ingresso xlr che avrebbe trovato tranquillamente posto viste le dimensioni.

Una volta rimosse le dodici viti del coperchio è possibile accedere all’interno.

L’alimentazione è fornita da due trasformatori a lamierini inscatolati.

Le  sezioni di amplificazione sono montate lateralmentesu due enormi dissipatori.

Attenuatore a scala di resistenze

Attenuatore a scala di resistenze

Il cablaggio interno è di generose dimensioni tanto che per non rompere le saldature è stato applicato del mastice nei punti di giunzione tra cavi e scheda. Il risultato estetico non è proprio il massimo, ma almeno non si rischia il distacco delle saldature.

Come suona

L’HE6 è una cuffia con una sensibilità bassissima e questo rende necessaria una grande potenza per pilotarle in modo degno. Degli amplificatori usati nella prova solo il Marley e l’EF6 sono riusciti a pilotarle in modo degno, mentre gli altri amplificatori si sono dimostrati troppo poco potenti facendo sedere e appiattire il suono della cuffia, compreso lo Yulong A28 in grado di erogare 2,5W su 32 ohm.

Una volta messa nelle giuste condizioni l’HE6 si è trasformata in una nella migliore cuffia che abbia mai ascoltato, battendo anche le HD800 o le Beyer T1.

Come le cuffie citate prima anche l’HE6 è una cuffia dal carattere brillante e molto dettagliato e da un’ottima linearità.

La gamma alta è contraddistinta da un’estrema qualità, estesissima e precisa caratterizzata da un’assenza totale di sibilanti e di altri fastidi.

La resa vocale è la parte migliore di questa cuffia che rende le voci in maniera estremamente naturale e vivida e non sfocia nell’iper dettaglio che le rende leggermente artificiose come con le HD800 e rende l’ascolto più piacevole. Ottima anche la resa strumentale.

Il principale punto a favore delle HE6 rispetto alle altre due top dinamiche è la gamma bassa. Oltre all’estensione del basso, l’HE6 ha dalla sua anche un buon impatto e una buona “quantità” di bassi mantenendo comunque una riproduzione articolatissima e senza sbavature.

Un alto punto a favore delle HE6 è che resta sempre piacevole, anche con registrazioni non eccelse, cosa non sempre vera per le HD800.

La scena è molto buona e precisa, anche se più stretta rispetto a T1 e HD800 che su questo parametro restano ancora il riferimento assoluto.

La dinamica invece dipende strettamente dalla potenza dell’amplificatore, se gli fornite potenza a sufficienza l’HE6 è in grado di essere velocissima e con un’ottima dinamica, in caso contrario risulterà seduta e impastata.

L’EF6 nella mente di Hifiman è il compagno ideale per le HE6, infatti grazie ai sui 5W su 50 ohm riesce a spingerle a dovere fornendo un’ottima dinamica. L’EF6 abbinato alle HE6 offre un’accoppiata con un punch veramente ottimo e bassi profondi e il carattere musicale dell’ampli si abbina molto bene a quello dettagliato della cuffia formando un’ottima accoppiata, anche se gli preferisco l’M2tech Marley che paga qualcosa in dinamica, ma rende l’HE6 più brillanti e ariose pur non perdendo in musicalità.

L’EF6 è un amplificatore con una buona resa in basso e gli alti livemente arretrati e questo lo rende sulla carta un buon abbinamento anche per le HD800 che ne guadagnano in musicalità e con tutta questa potenza risultano velocissime, anche se c’è da segnale però qualche problema di sibilanti con le cuffie dinamiche brillanti che può creare qualche fastidio.

Portando il selettore di guadagno su -10 e riducendo di conseguenza l’impedenza d’uscita l’EF6 si comporta bene anche con le cuffie a bassa impedenza.

Insomma con l’EF6 è possibile pilotare praticamente qualsiasi cuffia sul mercato con buoni risultati e senza particolari problemi, anche se i risultati non sono sempre eccellenti e abbinato con con cuffie diverse dalle HE6 non raggiunge le vette raggiunte per esempio dal Questyle CMA800R che costa meno.

 

Conclusioni

L’abbinamento EF6 + HE6 è veramente un accoppiamento di riferimento in grado di offrire risultati veramente stupefacenti senza particolari difetti.

L’HE6 è una cuffia estremamente lineare e dettagliata, ma non fino al punto di diventare radiografante e restando sempre piacevole da ascoltare il cui unico neo è l’alta potenza necessaria per suonare al meglio e il peso non proprio contenuto.

L’EF6 è un amplificatore molto versatile e potente in grado di pilotare qualsiasi cuffie senza problemi con un costruzione molto buona, ma con qualche leggero problema di sibilanti con cuffie particolarmente brillanti. Le dimensioni sono estreme come la potenza erogata. L’EF6 è un buon compagno per le HE6, mentre l’accoppiamento risulta meno convincente con altre cuffie e non raggiunge le vette di altri amplificatori top.

 

Recensione in breve

HE6

Voto: 9,5 su 10

Pro:

–          Buona costruzione e design

–          Resa sonica ottima su tutta la linea

 

 

 

Contro:

–          Elevata richiesta di potenza per suonare al meglio

–          Peso

EF6

Voto: 8  su 10

Pro:

–          Ampli estremamente potente e in grado di pilotare qualsiasi cuffia

–          Ottima costruzione

–          Ottima resa in basso

Contro:

–          Prezzo

–          Dimensioni enormi

–          Niente ingressi xlr

–          Qualche sibilante con alcune cuffie brillanti

 

, , , , , , ,

No comments yet.

Lascia un commento

Powered by WordPress. Designed by WooThemes