menu

Teddy Pardo 12/2: l’alimentatore lineare – Recensione

A volte per ridurre i costi o gli ingombri delle elettroniche, specialmente le sorgenti, le aziende optano per la scelta di un’alimentazione esterna. Spesso questi alimentatori esterni sono dei semplici switching che sono in grado di erogare una bassa corrente e non sono stabili come può esserlo un alimentatore toroidale, ma che possono essere facilmente sostituiti dato che solitamente utilizzano jack standard.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La prova di oggi sarà dedicata ad un alimentatore lineare che si presta ad upgrade per gli alimentatori switching a 12 V, il Teddy Pardo 12/2

Teddy Pardo è una società Israeliana che prende nome dal suo fondatore ed è famosa per la costruzione di alimentatori di vario tipo, , ma nel suo catalogo trovano posto anche amplificatori e dac.

Oltre al 12/2 in prova Teddy Pardo produce anche altri alimentatori standard per   altre tensioni più comuni (9 e 5 V) oltre a prodotti dedicati a marchi specifici, come Naim.

Questi prodotti sono soprattutto destinati a chi non è pratico di autocostruzione oppure non ha tempo per dedicarsi ad essa.

Di seguito il setup di prova:

Sorgente: PC with JRiver Media Center softwar, Exasound E20, V dac II, Audiotrack Dr Dac3.

Ampli cuffie: Schiit Asgard, Questyle CMA800R, Fostex Hp A8C, M2tech Marley

Cuffie:  Sennheiser HD650, Denon AH-D2000, Heir Audio A.4i, Hifiman HE500, Sennheiser HD800

Finale di potenza: Eam Lab 3.8

Casse: Kef LS50

I prodotti Teddy Pardo sono venduti direttamente ed è possible acquistare il 12/2 ad un prezzo di 369$ direttamente dal sito

 

Costruzione

Rispetto alla concorrenza di prezzo inferiore Teddy Pardo punta decisamente sull’estetica, proponendo l’alimentatore in un case molto elegante e ben rifinito.

Il case è interamente in alluminio nero di alta qualità.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Sul frontale sono presenti solo il marchio dell’azienda e un led verde che indica l’accensione dell’alimentatore, mentre sul retro sono presenti l’interruttore on/off, una vaschetta IEC per collegare l’alimentatore alla rete e l’unica uscita (è presente pure una versione con due uscite) che va collecata al prodotto da alimentare.

Il  connettore di uscita è un connettore microfonico a 2 poli tondo filettato all’esterno al cui interno si trovano i due poli positivi e negativi separati.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Insieme all’alimentatore viene fornito l’apposito cavo di alimentazione in argento con il connettore  a 2 poli che può essere terminato con i jack DC più diffusi (di default viene usato il 5,5 esterno/2,5 interno mm) o con il connettore presente sulla macchina che andrà ad alimentare.

L’alimentatore poggia su quattro piedi di gomma nera semisferici.

Svitando le viti sul frontale e sul pannello posteriore è possibile rimuover la parte superiore del case accedendo all’interno.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

L’alimentatore è costituito da un trasformatore toroidale da 50 VA e da una scheda su cui è implementata la tecnologia di regolazione denominata SuperTeddyReg per ridurre al minimo il rumore ed il ripple.

 

Come suona

Ovviamente  alimentatore non ha un suono proprio, ma dipende dal prodotto a cui è collegato e da come è realizzata la sua linea di alimentazione. Per esempio i miglioramenti sono maggiori sul V dac e sull’Audiotrack rispetto all’Exasound che ha una linea di alimentazione più curata e un alimentatore di livello migliore.

La sostituzione dell’alimentatore switch con il Teddy Pardo ha portato comunque benefici in tutti e tre i casi.

I benefici maggiori sono soprattutto in basso, con un basso più teso e controllato, un dettaglio maggiore e un suono più naturale e meno affaticante.

Il V dac II è il dac che ha mostrato un margine di miglioramento maggiore migliorando nettamente anche in dinamica.

Bisogna comunque tenere presente che il cambio dell’alimentatore non stravolge il carattere del dac in modo sostanziale, ma tende a migliorarne le caratteristiche garantendo un’alimentazione più pulita e stabili, quindi è un upgrade da considerare solo in caso il prodotto a cui andrà collegato sia già di vostro gradimento

 

 

Conclusioni

Il Teddy Pardo 12/2 si è rivelato un buona soluzione per l’upgrade dell’alimentazione.

Realizzato con cura, soprattutto sotto l’aspetto estetico, è stato in grado far rendere al meglio tutte le elettroniche con cui è stato provato.

Il prezzo non è proprio popolare, infatti il 12/2 si rivolge soprattutto a chi non è in grado di autocostruirsi un alimentatore oppure ne vuole uno già pronto ed impacchettato  che può far tranquillamente bella figura anche in un salotto senza doverlo

, , , , , ,

One Response to Teddy Pardo 12/2: l’alimentatore lineare – Recensione

  1. gigi 29 gennaio 2017 at 16:52 #

    salve.
    Ho visto di molto meglio e miglio prezzo sul sito Teraadac. Saluti

Lascia un commento

Powered by WordPress. Designed by WooThemes