menu

Snake Audio River Cottonmouth: i cavi di alimentazione e interconnessione con trattamento Crio – Recensione

Probabilmente non avrete mai sentito parlare di Snake Audio River in Italia.

Snake Audio River è una nuova compagnia U.S.A. dedita alla produzioni di cavi top di gamma che sfrutta tecnlogie innovative.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Tutti i cavi dell’azienda sono realizzti a mano negli U.S.A e possono essere richiesti della misura e con i connettori desiderati.

In questa prova ci occuperemo di due loro cavi, il cavo di alimentazione Cottonmouth (Gold Series) e il cavo di interconnessione XLR Signature series Cottonmouth (Hybrid Recipe).

Tutti i cavi Snake Audio River sono sottoposti ad uno speciale trattamento “Crio” a –185° che servirebbe ad eliminare lo stress residuo nella lega del cavo dovuto alle trafilatura che serve per trasformare la lega in  filo per la costruzione del cavo e vengono venduti dopo 200 ore di rodaggio.

Il macchinario per il trattamento crio

Il setup di prova è costituito da:

Sorgenti: Exasound E20 con alimentatore Teddy Pardo 12/2, Fostex HP A8C

Amplificatori: Cma800 R, Woo Audio WA6 SE

Cuffie: Hifiman HE500, Sennheiser HD800 e Denon AH D2000

Finale di Potenza: Eam Labs TO3.8

Casse: Dynaudio 52 SE, Kef LS50

I cavi Snake Audio River sono distribuiti in Italia da Sound Center.

 

Costruzione

Partiamo dal cavo di alimentazione Cottonmouth.

I cavi Snake Audio River della Gold Series sono realizzati in rame OFC certificato placcato con oro 24k ad elevata purezza.

Ogni polo è realizzato intrecciando sei differenti fili fino ad ottenre una diametro di 14 AWG ed è ricoperto da un sottile strato di teflon per isolarlo dagli altri. A loro volta i tre conduttori (positivo, negativo e terra) così ottenuti vengono twistati tra loro per ridurre al minimo le interferenze. Il tutto è avvolto in una resistente guaina in nylon intrecciata bicolore viola e blu.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Lungo la guaina sono presenti due fascette nere con il numero di seriale e il modello del cavo.

Il cavo in prova è terminato con una presa Schuko e la classica IEC da 15 A.

La presa Schuko è di ottima qualità con i connettori placcati in oro così come la presa IEC. La parte che va ad inserirsi nella vachetta del connettore IEC è in plastica trasparente e permette di osservare i contatti placcati oro all’interno.

Il cavo nonostante le dimensioni è estremamente flessibile.

Passiamo al cavo di interconnessione XLR Signature series Cottonmouth.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

I cavi della serie Signature si differenziano non solo per la finitura esterna, ma anche per i materiali usati per i conduttori.

In questo cavo i conduttori sono realizzati con una speciale lega composta da rame, oro 24 k (.999% di purezza) e argento (.999% di purezza) tutti certificati OFC.

Anche in questo caso il cavo è ricoperto da una guaina in nylon. La guaina è sempre bicolore,nera e rosso metallizato, un mix molto elegante e piacevole alla vista. A metà cavo troviamo la stessa fascia nera con il marchio e il numero di seriale.

Il cavo è terminato con connettori Neutrick placcati oro saldati ai cavi con dell’argento. I connettori sono circondati da due fascette riportanti il marchio di colore diverso per distinguere il canale destro dal sinistro.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Questo cavo è meno flessibile di quello di alimentazione, ma resta sempre maneggevole e non risulta troppo rigido.

 

Resa sonora

Dopo aver parlato della costruzione e delle finiture passiamo a quello che davvero ci interessa

Abbiamo provato il cavo di alimentazione su diverse elettroniche e siamo giunti alla conclusione che il risultato migliore si ottiene con gli amplificatori di potenza, sia per quanto riguarda cuffie che i finali classici, anche se i risultati sono stati molto positivi anche sulle sorgenti.

I miglioramenti migliori si hanno in basso, con un risultato più profondo ed articolato. La sostituzione del cavo di alimentazione inoltre ha migliorato anche il dettaglio rispetto al buon cavo già montato prima.

Il cavo di interconnessione della serie Reference ha invece un carattere differente rispetto alla serie Gold, probabilmente per il differente materiale utilizzato.

Questo cavo dona all’impianto una maggiore musicalità smussando leggermente la gamma alta e dando più corpo in gamma media ed un basso d’impatto.

Il dettaglio resta comunque ottimo così come la scena che sembra veramente allargarsi con l’impianto casse.

Accoppiando i due cavi, per esempio mettendo il Cottonmouth d’alimentazione sul finale e il Signature XLR tra l’Exasound E20 e l’Eam Labs To3.8, il risultato è dei migliori dato che la sinergia tra i due cavi è molto forte con il buon dettaglio del cavo di alimentazione che si abbina molto bene a quello d’interconnessione.

 

Conclusioni

Gli Snake Audio River sono cavi molto particolari ed “innovativi” rispetto alla moltitudine di altri cavi sia per i materiali impiegati che per il trattamento di tipo “Crio”.

La costruzione è ottima per entrambi i cavi ed anche il risultato estetico, soprattutto per la serie Reference, ed entrambi risultano molto flessibili e semplici da mettere in posizione.

Il carattere dei due cavi è differente, più preciso e dettagliato il Cottonmouth di alimentazione e più musicale e dolce il Signature di interconnessione, ma entrambi suonano in maniera ottima e la sinergia tra loro è molto forte producendo un’accoppiata molto ben suonante..

, , , , , , ,

No comments yet.

Lascia un commento

Powered by WordPress. Designed by WooThemes